Il 28 settembre del 2008, dopo aver insignito con i titoli mondiali gli atleti più forti del pianeta con i Mondiali di corsa su strada, Udine accoglie la nona edizione della Maratonina “Città di Udine”, competizione arricchita di un percorso ripensato e completamente nuovo.
Visti i risultati in termini di adesioni, pubblico e i tempi cronometrici (primi due posti sotto l’ora) la Maratonina “Città di Udine” è ormai parte della storia sportiva della capoluogo friulano e patrimonio della regione. I 21,097 chilometri della mezza maratona udinese si rivela una passerella di fuoriclasse. La 9a edizione della Maratonina “Città di Udine” mette sul podio più alto Benson Barus che con il tempo di 59’41” supera il miglior tempo registrato a Udine, nel 2002, da Patrick Ivuti (59’45”). Sul podio numero due sale un altro keniano, John Kiprotich, che con soli 3 secondi di distacco ferma il cronometro a 59’44”. Al terzo posto assoluto si piazza l’etiope Lilesa Gemechu Feyisa con il tempo di 1 ora 02”26”. Tra le donne una riconferma importante per Udine e il podismo europeo schiacciato, negli ultimi anni, da quello africano, l’atleta ungherese Anjko Kalovics. Seconda vittoria per lei nel capoluogo friulano, la prima risale al 2006, con il tempo di 1 ora 10’08”. Seconda classificata, la diciottenne timidissima Mare Dibaba, con il tempo di 1 ora 10’32”. Terza si piazza un’altra etiope, Masresha Azalech con il tempo di 1 ora 10’35”.

Share This